Goiàs vecchio.

IMG_20151209_121329Potrei usare le stesse parole che aprivano il primo post di questo blog, anni fa: Ho ritrovato subito con emozione le casine tradizionali portoghesi. Le ho già trovate molte volte, sempre uguali, in Brasile, a Capo Verde, in Angola, ovunque i portoghesi abbiano messo piede da padroni. 

Questa volta le casine le trovo a Goiàs Vecchia, antica capitale dell’omonimo stato, in Brasile. Un paese delizioso, intatto. Abitato da gente normale, poco turistico, ben conservato, senza leziosità e falsità, pieno di vita vera.

Ma ancora una volta mi assale il fascino e l’orrore di questi portoghesi che si avventurarono fiIMG_20151209_114446no a qua, a 1000 chilometri dal mare, per cercare e trovare l’oro, a metà del 1700. Costruirono la città, sterminarono gli indigeni, importarono grandi quantità di schiavi africani. IMG_20151210_143655Distrussero e costruirono, con un impeto mortifero ed irrefrenabile. Potenza della cupidigia, croce dell’umanità.

Eppure queste casine non danno l’idea della conquista penosa, dello sfruttamento bestiale degli schiavi. Sembrano serene e pacifiche: paradossi!

IMG_20151209_125045Vi sono arrivato da Sao Paulo, dopo un viaggio in bus di 18 ore con un cambio velocissimo. Notte, aria condizionata a palla, mega autogrill con cibo che dire spazzatura è un complimento. Raffreddore e diarrea. Mi ripiglio poco a poco.

(Più informazioni sulla città).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...