Categoria: Firenze basta con il turismo

Firenze, basta con il turismo è un grido che si alza sempre più spesso fra i fiorentini. Molti di loro vivono di turismo, affittando appartamenti, lavorando nei ristoranti o nei negozi, fornendo merci e servizi a quei milioni di persone che, instancabilmente, affollano il centro della città.

Ma tutti gli altri non ne possono più.

La città è orma invivibile. E completamente snaturata ed irriconoscibile. Non esiste più un tessuto sociale, economico, culturale, umano e personale. Ogni minimo spazio del centro è stato piegato alle logiche del profitto ed, ancora più grave, alla circonvenzione di quel tipo particolare di imcapace che è il turista. L’esperienza turistica a Firenze è pessima. Ovnque code infinite, prezzi altissimi, qualità del prodotto fornito, pessima.

Il turista è la pecora da tosare che presta la propria lana sottomettendosi agli adunchi uncini dei bottegai fiorentini e dei grandi capitali che vi hanno aperto botteghe ed alberghi, pesticciando con indifferenza il tessuto umano della città.

Si è persa ogni autenctà della città; nemmeno la cucina che vi si offre ha veramente qualcosa a vedere con la cucina fiorentina tradizionale. I ristoranti sono artefatti: danno una immagine leziosa e fittizia di una presunta vecchia tradizione che non hanno idea di cosa sia. Anche i vecchi esercenti si sono completamente prostituiti per attirare il turistame vieto ma pagante.

E’ una disgrazia, una catastrofe, la perdita di una città che fu importante ma che è ormai diventata serva del profitto. Lei e tutti quelli che ci abitano dentro.

Firenze, basta con il turismo.

Le terme Asmana a Firenze

A volte chi scrive è un po’ scoraggiato da quel che vede e poi vuole raccontare. E non sa se rassegnarsi o continuare a dire che le cose non dovrebbero andare così.

E’ quel che è successo all’Asmana: centro benessere, terme, ecc, in posizione centrale fra Firenze, Prato ed i Comuni della Piana fiorentina. Una zona molto abitata. E’ aperto da ben quattro anni, ancora non me ne ero accorto.

Accanto all’autostrada ed in vista della chiesa del Michelucci, le terme sono ospitate in una costruzione di stile “villetta abusiva anni ’70 disegnata dal geometra” e sono dotate di ampio e comodo parcheggio.

C’e’ una piscina principale dalle forme rotondeggianti parzialmente all’interno e parzialmente all’esterno. Esternamente due piscinette più piccole. Pochi giochi d’acqua: solo una rotonda in cui l’acqua forma una corrente che ti trascina e qualche postazione con le bollicine. Nessun getto dall’alto per il massaggio alla … Continua a leggere...

Di ilviaggiatorecritico Marzo 25, 2019 0

Il Mostro di Firenze e la legione straniera

Il Mostro di Firenze e la Legione Straniera in Gabon ed anche il Viaggiatore Critico.  Come stanno insieme questi tre disparati argomenti, annunciati dal titolo di questo post ? Molto bene. Un forte legame li unisce. Eccolo.

Il Viaggiatore Critico vi ha già parlato dello strano mondo che ebbe a trovare in Gabon: il cannibalismo, il matriarcato, il vino di palma, i pigmei con cui passare una domenica. Tutti temi che fanno la gioia del viaggiatore attento e curioso. Ma nell’oscurità della foresta equatoriale  vi è di più. (Ricordate Cuore di tenebre di Conrad? Qui l’e.book gratuito, ambientato proprio nel Congo. E da quel libro prese ispirazione il film Apocalipse now, ambientato invece in Vietnam).

Nella foresta equatoriale ci sono misteri complessi e ramificati, molto oscuri, come nelle tenebre delle notti, fra gli alberi, giganteschi. Misteri che finiscono per entrare in risonanza con … Continua a leggere...

Di ilviaggiatorecritico Dicembre 10, 2018 0

L’orto delle meraviglie

In una Firenze ormai prostituta ed inutile, ho trovato un posticino la cui visita vi consiglio, poveri turisti che avete creduto a quel che vi hanno raccontato su questa città. Ma la consiglio anche ai locali.

E’ a una ventina di chilometri dal centro, oltre Grassina, a Castel Ruggero. E non parlo dell’omonimo lago frequentato prima dagli alternativi ed ora dai gay; tutti nudi, comunque. Poche centinaia di metri oltre il lago vi è un’antica villa-fortilizio al cui fianco troverete un delizioso orto-giardino. E’ una riedizione dell’orto del signore rinascimentale che si dilettava nel far coltivare piante rare e sorprendenti con cui stupire amici e ingelosire gli avversari politici. Fra le corti italiane e poi europee era tutto un fiorire di scambi, furti, spionaggi allo scopo di avere le piante ed i frutti  più strani possibili. Si spendevano fortune per avere bulbi e semi di piante e varietà nuove … Continua a leggere...

Di ilviaggiatorecritico Settembre 17, 2018 0

Fasulla Firenze

Firenze è ormai diventata un parco tematico del  Rinascimento. E ciò per la gioia dei suoi bottegai (e degli enormi capitali che vi sono stati investiti in alberghi e in appartamenti per affitti turistici) e per il dolore degli altri abitanti.  Questo stato di cose porta molte aberrazioni, fra le quali una è particolarmente sgradevole, per i turisti; il Viaggiatore Critico si mette sempre dalla loro parte.

Un numero importante di esercenti, che si dedicano a fornire pessimo cibo ad alti prezzi ai poveri turisti, considerati (con arrogante disprezzo) solo dei pennuti e quindi immediatamente spennati (o delle vacche e quindi munti) ha pensato bene di camuffare i loro tristi antri commerciali da botteghe tradizionali. Un pò come a Las Vegas si ricostruisce il Colosseo o le Piramidi, per estorcere più soldi ai malcapitati.

Incominciò una di quelle nobili famiglie fiorentine che hanno rinverdito (nel senso di verde dollaro) … Continua a leggere...

Di ilviaggiatorecritico Aprile 30, 2018 5

Pucci, Emilio e il Battistero di Firenze. A far cassa!

A Firenze, in questi giorni si svolge Pitti Uomo e in questi mesi si sta ripulendo il Battistero, monumento più antico di ogni altro a Firenze. Come è uso da qualche tempo, il cantiere è stato rivestito da teli su cui sono stampate foto a grandezza naturale del monumento sottostante, in modo che il turista, anche se non vede l’originale, ne può facilmente immaginare l’aspetto nel suo contesto naturale.

Mio nokia1530La concomitanza di Pitti e del restauro del Battistero ha fatto nascere l’idea alla Fondazione Emilio Pucci di ricoprire i teli originali con altri che riproducono un, dicono, famoso foulard che Pucci disegnò nel 1957 ispirato dal Battistero stesso. Come si vede nelle foto. Ciò dura solo per i pochissimi giorni della fiera di Pitti, poi tolgono tutto. Ovviamente la Soprintendenza ed il Comune devono aver dato il permesso per mettere i lenzuoloni.

Mio nokia1531Il risultato è certamente gradevole, divertente ed Emilio … Continua a leggere...

Di ilviaggiatorecritico Giugno 16, 2014 0

Il Mercato Centrale a Firenze: mai!

Si sa che ormai Firenze non è altro che un parco tematico basato sul Rinascimento, inserito in un centro commerciale grande quanto la città e gestito dalla potentissima categoria dei bottegai fiorentini.

E, come in ogni buon centro commerciale, non poteva mancare il food corner, la zona adibita al cibo rapido.  Lo hanno appena aperto, al piano superiore dello storico edificio del Mercato Centrale, a sua volta circondato dall’insopportabile mercato di San Lorenzo con le sue bancarelle piene di pattume da turistame. Bancarelle ormai in mano alla mafia di Sri Lanka che gestisce il mercato in modo assolutamente illegale con il silenzio del Comune. La tradizione e la legge vorrebbe che una persona non abbia più di un banco. Certi proprietrai attuali ne hanno fino a sette, giocando sui prestanome e sugli errori nelle trascrizioni dei loro nomi.

Una grande navata, con soffitto altissimo; tutt’intorno banconi dove … Continua a leggere...

Di ilviaggiatorecritico Maggio 22, 2014 0