Viva i Bulgari.

IMG_20160615_175541
La grande delicatezza di mettere un bicchiere a disposizione dei passanti assetati.

Nel lodevole tentativo di risollevare la nomea  dei maltrattati Bulgari vediamone i numerosi lati positivi.

E’ vero che a prima vista sembano simpatici quanto un calcio nelle palle; ma, riflettendo, par di capire che sono semplicemente molto riservati. E ciò è comprensibile dopo tutto quel che hanno passato nella storia. Soprattutto i contadini ed i poveracci; i giovani e le persone colte sembrano molto più aperte. Comunque sia, in caso di bisogno, ti aiutano volentieri. Basta chiederglielo con decisione; infrangere la scorza che li protegge.

Anche l’ultimo dei choschi ti da lo scontrino fiscale. Quindi non sono degli evasori compulsivi come gli italiani.

Si fidano. Quando ti danno da bere al bar o lo spuntino al tavolo non vogliono immediatamente i soldi, come i meschini bottegai italiani. Aspettano che tu abbia finito e poi li paghi con comodo; dei veri signori. Un ulteriore esempio dell’ospitalità di origine ottomana.

I bulgari mangiano benissimo. Raramente ho trovato una cucina così vera, reale, attenta agli ingredienti poveri, gustosa e variata. Niente di raffinato, ma una vera meraviglia, una festa di sapori. La cucina bulgara si merita un post a se stante. E naturalamente un viaggio, che, da sola, la cucina giustifica ampiamente, un pò come nel triste Vietnam.

I bulgari non se la tirano. Sembrano persone semplici, educate, rispettose, alla mano. Fra di loro ci si sente in famiglia, per niente intimoriti. Questo è uno dei principali elementi del fascino del mondo balcanico.

E nemmeno sono stressati. Si fanno tranquillamente i fatti loro con lentezza e dedicazione. Non sembrano affatto schizzati. Tutto il contrario, a volte sembrano anche un pò eccessivamente lenti. Eccellente per chi vi va in vacanza. Dovendo lavorare con loro, forse, si finisce per erdere la pazienza.

IMG_20160615_110948
Numerosi e belli i bar con i tavolini all’aperto sotto gli alberi e le tende.

Sono sempre al cellulare, addirittura più degli italiani. Segno che sono affabili, fra di loro.

Ci sono ragazze spettacolari. Mi dicono che non sia più così facile come anni fa, ma il panorama è delizioso. Ed anche avanzando negli anni conservano il fascino. Perchè non sembrano freddi bistecconi come le slave classiche. L’apporto di sangue turco, greco, armeno, ecc, ecc ha scurito i colori e fortemente aumentato lo charme.

Sembrano affascinati dall’Italia. Le insegne dei negozi, i nomi dei prodotti, i piatti nei menu dei ristoranti moderni, gli elementi delle pubblicità, sono molto spesso italiani. E quando sanno che lo sei si illuminano in volto. Chissa cosa gli hanno raccontato, poveri….

I prezzi sono molto, molto bassi ed uscendo dai circuiti turistici lo sono ancora di più. Ma i servizi, gli alberghi, i ristoranti sono di eccellente livello e di alta professionalità. Quindi il rapporto qualità/prezzo è elevatissimo. E ciò non può che far piacere. Per questi motivi la Bulgaria è una delle mete dei pensionati italiani, come il Portogallo, l’Albania, Santo Domingo. In Bulgaria hanno certo un livello di vita molto migliore che in Italia, grazie ai prezzi molto più bassi. Ma ci si chiede come facciano con l’ostrogota lingua e con i tanto diversi costumi. Forse finiranno per stare sempre fra di loro, in una sorta di ghetto, anche se di benestanti, in confronto con il livello di vita circostante.

IMG_20160613_225930
Penne ai quattro formaggi in italiano, ma in cirillico.

I bulgari devono esser persone tolleranti. Si scoprono infatti zone a forte presenza di mussulmani che convivono in grande armonia con gli altri. Si vedono insieme veli e minigonne ed anche birra venduta davanti alla moschea. Un gran piacere.

Certo si vedono in giro degli investimenti che puzzano da lontano di riciclaggio e succede anche di trovare ristoranti riservati a cene con fuori macchinoni molto, molto dubbi. Ho nache trovato una chiesa in cui si svolgeva una “Messa Privata”; mi hanno impedito di entraci. Ma, scagli la prima pietra…..

Diffusissima la cultura dei bar all’aperto, con comode poltroncine, vasto spazio, bei tendoni ed alberi. Sempre con persone che conversano in tranquillità.

Le strade sembrano di decente livello e senza troppo traffico; di macchine vecchie non se ne vedono molte; la polizia poco visibile e di modi tranquilli. Qualche carretto con il cavallo, nelle zone rurali.

Eccetto un pò di borseggi non si hanno notizie di danni ai turisti. E su un autobus ho visto un poliziotto in borghese che faceva opeazione di controllo sui borseggiatori; come mi successe in Portogallo.

Insomma, i Bulgari sembrano rovesciare agevolmente tutti i luoghi comuni negativi e hanno pienamente conquistato la mia stima e simpatia.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...